Bergamotto c’è da star bene

Bergamotto c’è da star bene

Ho una certa età, ma per il benessere bisogna iniziare piuttosto presto. Anche in gioventù, ma questo lo dicono solo i maturi, bisognerebbe quanto meno non eccedere, evitare gli eccessi nel mangiare e bere.

Lo dice con un senso di razionalità e di esperienza chi non ha avuto alcun rispetto per il proprio corpo, senza pentimenti, per cui se non ascoltate questo mio primo consiglio vi capisco, arriva un momento di consapevolezza per tutti.

Il benessere comunque è una manna dal cielo, per ogni età, se volete anticipare i tempi senza sacrifici,

un sorso di bergamotto e vi avviate allo star bene.

In questo periodo, Giugno, mi trovo nella zona della costa jonica, tra Monasterace e Reggio Calabria, Nicoleju, un amico conosciuto sul treno un ventennio addietro mi passa le spese, ha deciso di ospitarmi a Sant’Ilario, non quello di De Andrè… o forse si, sullo jonio.

Nicoleju, Nicola, è uno di quelli che negli anni ’70 ha costruito il nord, si era trasferito in gioventù a Reggio Emilia per lavorare nell’edilizia, al tempo dice lui dei cartelli alle case con i cartelli, “non si affitta ai calabresi”, non altissimo sempre stato magro adesso è sulla sessantina, ritornato alla sua terra calabra a fare il terrone tra i campi ai piedi dell’Aspromonte. Un poco burbero nel parlare, ma credo dipenda dalla fonica dialettale, del resto conosco molti calabresi e i modi non sono legati alle espressioni verbali, superato il primo impatto, via lisci e tranquilli.

Nel suo Sant’Ilario, Nicoleju coltiva il bergamotto, una pianta che fruttifica come dio comanda solo in quella zona, le cose gli vanno bene è orgoglioso della sua attività e di vendere benessere a quelli del nord, nord Italia e nord Europa. Lui è uno dei tanti agricoltori che conferisce il Bergamotto all’AICAL, una Associazione che tutela il tipico in Calabria, dai suoi bergamotti si produce il Bergasterol, un succo di bergamotto naturale che vendono alle farmacie ed erboristerie.

Mi ha sempre detto, se vuoi star bene, se hai bisogno di benessere fisico e psicofisico “pighjati nu pocu i bergamottu”
L’essenza di bergamotto era anche quella scia aromatica che si portava dietro anche quando era al nord, diceva che era il profumo della vita! Ricordo le sue boccettine profumatissime usato anche per inalazione, lo aiutavano nei momenti di stress migratorio, si perchè lui, soffriva solo di questo lontano dalla sua terra. Adesso il bergamotto si è scoperto cura anche i tumori, il colesterolo e… ci fermiamo qui che ci sono gli studi universitari, in realtà Nicoleju dice che fa bene anche nella sfera sessuale.. ma qui c’è solo la sua parola, niente studi.

Una settimana da Dio, tra mare e montagna, in Calabria. Nicoleju, orgoglioso di quanto mi poteva offrire, mi mette a bordo della sua Land Rover e facciamo visita al suo oro verde, 10 ettari di bergamotti dalle foglie verdi che aspettano le prime piogge per fiorire e produrre il bergamotto, essenza e succo. Mi fa notare che la sua famiglia ha sempre vissuto con i bergamotti, lo hanno venduto per centinaia di anni a quelli dei profumi, che arrivavano in Calabria con la puzza sotto il naso, non proprio contenti di trattare con la Calabria, era solo un problema di distanza e di strutture.
…Arrivavano da Parigi per l’acquisto dell’essenza e volevano l’hotel a 5 stelle, “Ma pè favuri mi offenditi!! Veniti ca dormiti e mangiati a casa mia!”, già il giorno dopo, avevano dimenticato le loro blasonate origini, erano più terroni di noi terroni, in verità è bastato poco; i fileja con la carne di capra, una pezza di formaggio, vino locale, peperoncino e bergamotto. Con questi aromi a volte dimenticavano anche il motivo per cui erano venuti, il profumo del bergamotto!! Stessa ricetta anche per me, io in verità non compravo nulla, avevo solo bisogno di rigenerarmi, Nicoleju mi faceva trovare a casa il Bergasterol, il succo di bergamotto, che me faceva addirittura perdere peso, togliendomi di torno quella pancetta e rotondità tipica delle persone di mezza… meno giovani heh he he …

Io avevo bisogno di aria pura, di un poco di movimento fisico e visivo, di grilli che mi cullavano, di lucciole che illuminavano con discrezione i sentieri di campagne silenziose. Io avevo bisogno di star bene… Io avevo bisogno di sentirmi un poco come Nicoleju, che come ho sempre a lui confessato, lo invidiavo! In questa settimana di giugno quindi, ho visitato le terre di coltivazione del bergamotto, lo stabilimento che tra l’altro era chiuso, si riattiva per magia a novembre, appena maturo il bergamotto, ho visitato cugini di Nicoleju, zii di Nicoleju, cumpari di Nicoleju, amici di Nicoleju, tutti pronti con “la supprezzata, lu formaggiu e lu vinu” a qualsiasi ora del giorno e della notte, con il liquore al bergamotto, con la disponibilità di “ogni ospite è il benvenuto”

Mi auguro per voi di avere un amico in Calabria, c’è da star bene!!

Sono orgoglioso di parlare di questa terra, degli uomini che la vivono e di come la vivono, sono orgoglioso di Nicoleju, che dopo anni è riuscito a ritrovarsi nel suo paese e che contribuisce discretamente al benessere dell’Europa con le sue piante di bergamotto. Un abbraccio a cummari Cata, la moglie, e spero che questi miei appunti di viaggio possano essere un mezzo veicolate per il turismo agricolo e a 5 stelle, perchè il benessere non è solo economico, ma anche psicofisico, materia che la Calabria ha titoli superiori alle università!

Dal vostro redivivo e rigenerato Rocco Papaleo,

Rocco Papaleo

alla prossima!! e procuratevi sorsi di benessere con il succo di bergamotto, c’è da star bene!!

AICAL & Bergamotto – video

 

Comments are closed.